Strumenti Utente

Strumenti Sito


communication:lista_scaffali
Traduzioni di questa pagina:

Lista scaffali

La pagina Lista scaffali riepiloga gli scaffali del sistema visibili dall'operatore collegato. La pagina si apre mostrando l'elenco di scaffali visibili alla biblioteca attuale dell'operatore, è inoltre possibile compiere una ricerca utilizzando i seguenti parametri:

  • Nome scaffale, ricerca il nome dello scaffale (è possibile usare il carattere jolly del simbolo percentuale (%) per indicare nessuna o qualsiasi lettera);
  • Biblioteca che ha creato lo scaffale;
  • Tipo Elementi contenuti nello scaffale: acquisto, authority, biblioteca, esemplare, misto, notizia, operatore, prestito, utente.
  • Stato di visibilità dello scaffare: visibile a tutta la rete e OPAC, visibile a tutta la rete e OPAC (sola lettura), visibile agli amministratori, visibile al proprietario, visibile alla biblioteca, visibile alla biblioteca e OPAC.

Visibilità

Mentre la pagina Lista scaffali permette di ricercare tra tutti quelli creati, gli scaffali sono anche elencati in vari punti del programma (es. Scheda di dettaglio della notizia, Scheda di dettaglio dell'esemplare, ecc.). Per questo motivo esistono alcuni livelli di visibilità che determinano il comportamento degli scaffali, ovvero quali operatori possono gestirli:

  • visibile a tutta la rete e OPAC, è uno scaffale condiviso tra tutti gli operatori del sistema. Chiunque può gestirlo come se fosse un suo scaffale, aggiungendo o rimuovendone oggetti;
  • visibile a tutta la rete e OPAC (sola lettura), come il precedente si tratta di uno scaffale condiviso. Tuttavia solo il proprietario può aggiungere/rimuovere oggetti. Gli operatori della rete possono solamente effettuare operazioni che non modifichino gli oggetti contenuti;
  • visibile agli amministratori, lo scaffale può essere visto e gestito dai soli operatori con profilo Amministratore;
  • visibile al proprietario, lo scaffale può essere visto e gestito dal solo operatore proprietario;
  • visibile alla biblioteca, lo scaffale può essere visto e gestito da tutti gli operatori della biblioteca per cui è stato creato;
  • visibile alla biblioteca e OPAC, lo scaffale può essere visto e gestito da tutti gli operatori della biblioteca per cui è stato creato

NB: uno scaffale è sempre visibile al proprietario (che lo ha creato).

Gli stati di visilità ”… e OPAC” indicano la possibilità di esportare verso l'esterno (ad es. il portale DiscoveryNG) gli oggetti contenuti nello scaffale.

Scaffali per DNG

Per quanto riguarda DiscoveryNG è possibile esportare e pubblicare sul portale esclusivamente scaffali contenenti notizie.

Azioni

Cliccando il link vedi è possibile aprire lo scaffale ed effetuarvi operazioni.
Il link Elimina permette di cancellare lo scaffale.
NOTA: la cancellazione dello scaffale non comporta mai la cancellazione degli oggetti contenuti.

Visualizza scaffale

La parte superiore della pagina di dettaglio dello scaffale riporta i Dati Scaffale, ovvero: Nome, Descrizione, Stato, Biblioteca, tipo oggetti.

Di seguito sono invece elencati nella sezione Oggetti Contenuti tutti gli oggetti contenuti in una tabella riepilogativa divisa in due colonne: tipo, riporta il tipo di oggetto, descrizione, fornisce la descrizione (es. titolo della notizia o nome dell'utente) sotto forma di link diretto all'oggetto stesso.

Modifica

Il pulsante, nella parte basse dello schermo, permette modificare i campi: Nome, Descrizione, Biblioteca, Visibilità. La modifica di uno scaffale è consentita al proprietario e agli operatori sulla base dello stato di visibilità definito.

Operazioni sul contenuto

Dalla sezione Operazioni sul contenuto è possibile selezionare una serie di operazioni applicabili agli oggetti contenuti nello scaffale.
L'elenco delle operazioni disponibili potrebbe variare a seconda dello stato di visibilità assegnato allo scaffale.
Inoltre la maggior parte delle operazioni è efficace su un insieme di oggetti dello stesso tipo, adirittura, nel caso in cui gli oggetti siano di tipo non omogeneo, certe operazioni potrebbero non essere utilizzabili.

analizza/modifica authority da notizie

A partire da uno scaffale di notizie, consente di analizzare e modificare in massa i legami con i dati di autorità relativi a quei record bibliografici. Cliccando su “analizza legami con authority” compaiono tutte le authority legate alle notizie dello scaffale. Per facilitare le operazioni e filtrare i dati è possibile spuntare il tipo di legame su cui si vuole lavorare (responsabilità principale, titolo, soggetto etc.).

Le operazioni possibili sono due: “scollega authority” e “modifica legame”. La prima consente di slegare i dati di autorità prescelti da tutte le notizie dello scaffale, la seconda di modificare il tipo di legame e il relator code. Se si vogliono togliere dei legami è necessario spuntare le authority su cui si vuole agire (tutte o alcune usando la spunta nel quadrettino bianco) e poi cliccare su “scollega authority”. Per il secondo tipo di operazione prima si sceglie il tipo di legame ed eventualmente il relator code e poi si clicca su “modifica legame”.

Se si vuole procedere con altri tipi di funzionalità basta cliccare su “chiudi”.

assegna esemplari a biblioteca

Da uno scaffale contenente esemplari, permette di modificare la biblioteca di gestione. E' sufficiente selezionarla dall'elenco delle biblioteche cliccando sul pulsante “lega”, quindi al termine dell'operazione, tutti gli esemplari passeranno in gestione alla biblioteca selezionata.

È possibile utilizzare la stessa operazione in senso inverso, ovvero per ripristinare la biblioteca di gestione precedente. Selezionando l'opzione riassegna gli esemplari alla biblioteca proprietaria, la biblioteca di gestione degli esemplari verrà riassegnata alla biblioteca proprietaria. L'eventuale biblioteca selezionata sopra non avrà alcun effetto.

cambio dati esemplare

Modifica in blocco alcune informazioni gestionali di un insieme di esemplari appartenenti alla biblioteca attuale (ovvero se nello scaffale sono presenti esemplari la cui biblioteca di gestione fosse diversa dall'attuale, non verrebbero modificati).

É possibile modificare i seguenti campi dell'esemplare: Serie inventariale, Sezione, Collocazione, Specificazione, Sequenza-1, Sequenza-2, Stato, Classe di prestabilità, Visibilità OPAC, Media, Immagine, Stato fisico, Nota sul prestito, e poi i 3 campi customizzabili. Se per un campo custom esistono valori predefiniti impostabili, il campo di immissione verrà visualizzato come una tendina, anzichè come un campo di testo libero.

Per effettuare la modifica è necessario spuntare la casella accanto al nome del campo e quindi selezionare o inserire il valore scelto. Infine cliccare sul pulsante “Esegui modifiche”.

cambio dati esemplari di fascicoli

Modifica in blocco alcune informazioni gestionali di un insieme di esemplari di fascicoli appartenenti alla biblioteca attuale (ovvero se nello scaffale sono presenti esemplari la cui biblioteca di gestione fosse diversa dall'attuale, non verrebbero modificati).

É possibile modificare i seguenti campi dell'esemplare: Stato fascicolo, Anno, Sottoscrizione abbonamento, Data effettiva dell'arrivo fascicolo, Data prevista dell'arrivo fascicolo.

Per effettuare la modifica è necessario spuntare la casella accanto al nome del campo e quindi selezionare o inserire il valore scelto. Infine cliccare sul pulsante “Esegui modifiche”.

cambio dati notizie

Modifica in blocco alcune informazioni bibliografiche di un insieme di notizie.

É possibile modificare quasi tutti i campi dell'area Qualificazioni, ovvero: Stato della notizia, Livello gerarchico, livello di catalogazione, livello bibliografico, oggetto bibliografico, data di pubblicazione, lingua, paese, target, pubblicazione PA, vietato ai minori di, data di prestabilità.

Per effettuare la modifica è necessario spuntare la casella accanto al nome del campo e quindi selezionare o inserire il valore scelto. Infine cliccare sul pulsante “Esegui modifiche”.

cambio dati prenotazioni

Permette la modifica in blocco di prenotazioni. L'azione per ora è eseguibile da qualsiasi operatore, anche se non assegnato a biblioteche coinvolte nella prenotazione e relativi esemplari. Da tendina occorre scegliere la categoria di modifica.

Si possono perciò modificare:

  • la biblioteca di destinazione
  • la data della scadenza
  • la massima distanza (solo se la modalità a bacini è attiva nel sistema). NB: non viene modificata nelle prenotazioni per esemplare, anche se selezionate.
  • il tipo della prenotazione (se sono presenti tipi di prenotazione nel sistema, cosa necessaria per attivare questa funzione)
  • la notizia collegata, tramite una maschera di ricerca da popup.
  • il collegamento ad esemplare, rendendo cioè la prenotazione solo per notizia o per fascicolo.

Ogni modifica viene registrata nella singola prenotazione.

cambio dati utenti

Permette la modifica in blocco di alcuni dati degli utenti. Si possono modificare lo stato, la classe utente, la nota per l'accesso, la biblioteca preferita, la professione, il titolo di studio, l'abilitazione all'accesso nell'OPAC, la data di scadenza password.

Permette di cancellare fisicamente gli esemplari contenuti nello scaffale. Un esemplare è cancellabile solo se non ha prestiti in corso e se l'operatore corrente ha il permesso di modifica.

Per portare a compimento la funzione è necessario inserire il codice che viene generato casualmente a video in una finestra (meccanismo cosiddetto “captcha”).

Permette di cancellare fisicamente i fascicoli contenuti nello scaffale, e gli esemplari collegati. Un fascicolo è cancellabile solo se tutti gli esemplari relativi non hanno prestiti in corso e se l'operatore corrente ha il permesso di modifica.

Per portare a compimento la funzione è necessario inserire il codice che viene generato casualmente a video in una finestra (meccanismo cosiddetto “captcha”).

copia

Permette di copiare gli oggetti in un altro scaffale di destinazione. Oltre a selezionare singolarmente gli oggetti, è possibile filtrarli per tipologia di oggetto.

esporta notizie in formato ISO2709

Il formato ISO 2709 è uno standard, mantenuto dall'ISO, che specifica la struttura di un record per lo scambio di dati bibliografici.
Questa operazione su uno scaffale di notizie permette di estrarre i record bibliografici nel formato UNIMARC (una particolare implementazione dello standard ISO2709).

esporta su file CSV

Un file CSV (Comma Separated Value) è un tipo particolare di file che permette di esportare tabelle di valori. In sostanza è un file di testo i cui valori sono racchiusi entro separatori (ad es. le “virgolette”) e sono separati l'un l'altro da particolari segni (ad es. virgole o punti e virgola). Ad esempio, aprendo con un editor testuale un file .csv, potreste vedere una cosa simile:

"ColonnaA";"Valore1";"Valore2";"Valore3";"Valore4";
"ColonnaB";"Valore1";"Valore2";"Valore3";"Valore4";
"ColonnaC";"Valore1";"Valore2";"Valore3";"Valore4";

La comodità di un file .csv è che quasi tutti i programmi di videoscrittura ed elaborazione dati sono in grado di leggerli e convertirli in un formato maggiormente comprensibile. Questo è il caso, ad esempio, di Microsoft Excel o OpenOffice.org Calc.

Selezionando l'operazione esporta su file csv, a seconda del tipo di oggetti contenuti nello scaffale, verranno proposti tutti i valori possibili esportabili per quel particolare tipo di oggetto. E' possibile selezionare quali valori esportare spuntando la casella accanto al valore (di default sono spuntate tutte le voci).

F.A.Q.: Non riesco ad aprire un file csv

estrai esemplari

A partire da uno scaffale di notizie o prestiti, permette di estrarre in uno scaffale di destinazione gli esemplari legate alle notizie o ai prestiti selezionati. E' possibile limitare la ricerca ai soli esemplari gestiti dalla biblioteca attuale, spuntando l'apposita casella.

estrai notizie

A partire da uno scaffale di prestiti o esemplari, permette di estrarre in uno scaffale di destinazione le notizie legate ai prestiti o agli esemplari selezionati.

estrai utenti

Permette di aggiungere ad uno scaffale di destinazione gli utenti collegati a prestiti, notizie o esemplari. Questo significa che se lo scaffale contiene:

  • prestiti, verranno estratti tutti gli utenti collegati ai prestiti
  • notizie, verranno estratti tutti gli utenti che hanno preso a prestito il titolo
  • esemplari, verranno estratti tutti gli utenti che hanno preso a prestito l'esemplare

E' possibile anche filtrare gli utenti da estrarre, specificando un intervallo di date in cui è avvenuto il prestito.

filtra per tipo di materiale

Su uno scaffale contenente prestiti o notizie permette di rimuovere gli oggetti nello scaffale a seconda del tipo di materiale della notizia a cui fa riferimento l'esemplare in prestito.
Una volta selezionato il tipo di materiale è possibile determinare se tenerlo (azione tieni, ovvero cancellare il resto), oppure rimuoverlo (azione cancella, ovvero mantenendo i restanti oggetti contenuti).

filtra prestiti per sezione

Su uno scaffale contenente oggetti di tipo prestito permette di cancellare gli oggetti nello scaffale a seconda della sezione dell'esemplare in prestito.
Una volta selezionata la sezione è possibile determinare se tenere il prestito (azione tieni, ovvero cancellare il resto), oppure rimuoverlo ((azione cancella, ovvero mantenendo i restanti oggetti contenuti).

inserisci esemplari da barcode

Permette di aggiungere esemplari allo scaffale di destinazione (di default è selezionato lo scaffale corrente) a partire dal barcode. Una volta inserito il barcode, ed eventualmente premuto INVIO, l'oggetto, se non già presente, è aggiunto allo scaffale.

inserisci esemplari da file CSV

Permette di aggiungere esemplari allo scaffale a partire da un file .csv. Una volta scelto il file presente sul proprio computer è possibile anche specificare uno scaffale di destinazione diverso dall'attuale. Il file .csv deve contenere solamente i barcode degli esemplari separati da virgola.

lega notizia a notizie

Consente di legare una notizia, scelta da popup, a notizie già esistenti nello scaffale. Per ognuna di queste, si può specificare una sequenza. Sotto la notizia scelta, da tendina si può scegliere il tipo di legame.

metti esemplari in stato scartato

Permette di modificare lo stato degli esemplari in: Scartato, Scartato obsoleto, Scartato deteriorato.
E' possibile inoltre filtrare la modifica sui soli esemplari di una certa biblioteca.

La funzione mette automaticamente tutti gli esemplari selezionati nello stato prescelto, togliendo la spunta dalla casella “visibile in OPAC” e modificando la classe di prestabilità in “Non disponibile”.

richiesta cambio gestione esemplari a biblioteche

Usando uno scaffale che contiene oggetti di tipo esemplare (gli altri oggetti verranno ignorati), con questo plugin vengono create delle richieste di cambio di gestione (di biblioteca) sugli esemplari in oggetto, così da essere assegnati (come biblioteca proprietaria) alla biblioteca attuale dell'operatore.

Gli esemplari sono divisi per la loro biblioteca di appartenenza. Tramite spunte (autoselezionate di default) è possibile scegliere per quali applicare o non applicare il plugin. Viene creato uno scaffale per ognuna delle biblioteche in questione. Il nome dello scaffale è modificabile tramite campo d'immissione (precompilato). Nei nuovi scaffali vengono ricopiati gli oggetti esemplare relativi alla biblioteca. NB: se uno scaffale con questo nome esatto esiste già (per esempio se riapplico l'operazione più volte), lo scaffale non viene ricreato ma viene riusato quello già esistente.

Ad ognuna di queste biblioteche viene mandata un'email, il cui schema del testo viene recuperato da parametri di sistema e ricopiato in un campo a video eventualmente modificabile. Il modello email di sistema è modificabile usando Clavis alla pagina AmministrazioneGestione modelli, parametro PLUGIN_SHELFITEMMANAGEMENTCHANGEREQUEST_EMAIL

É inserita nel corpo dell'email una data di restituzione, modificabile da campo di immissione e di default a 30 giorni.

IMPORTANTE: ad ogni spedizione di email, viene spedita un'email gemella anche alla biblioteca corrente. Per cui diventa necessario che nella pagina delle impostazioni di tale biblioteca sia stato impostato un indirizzo di email valido, altrimenti verrà usato l'indirizzo email di default dell'azienda Comperio SRL (i fornitori del software Clavis).

Inoltre viene creato un task assegnato alla biblioteca destinataria, con scadenza come sopra, per annotare il lavoro da svolgersi per il cambio di gestione degli esemplari.

spedisci email

A partire da uno scaffale contenente oggetti di tipo: operatore, biblioteca o utente, permette di inviare una mail. E' possibile specificare l'oggetto e il corpo del messaggio (quest'ultimo in formato plain text, ovvero senza la possibilità di essere formattato in modi particolari come comunemente possibile con un editor di testo). E' inoltre possibile, nel caso di uno scaffale con oggetti di qualsiasi tipo (misto), specificare il tipo di oggetti destinatari della mail. Infine è possibile specificare uno scaffale di destinazione per tutti gli elementi a cui viene inviata con successo la mail.

:?: TUTORIAL: Inviare mail a gruppi di utenti

sposta esemplari su superiore

Le notizie scelte per l'operazione vengono processate, e se viene verificato che hanno una notizia superiore collegata e che hanno esemplari collegati e che si e' abilitati alla modifica, gli esemplari della notizia (inferiore) vengono collegati a quella superiore trovata, e la notizia processata viene cancellata dal database e rimossa dallo scaffale.

spostamento

Permette di spostare gli oggetti in un altro scaffale di destinazione. Oltre a selezionare singolarmente gli oggetti, è possibile filtrarli per tipologia di oggetto.

stampa da scaffale

A seconda degli elementi contenuti nello scaffale è possibile stampare alcuni report predefiniti. Questi sono elencati dal menu a tendina, da cui è possibile selezionare quello più adatto ed, eventualmente, impostare le opzioni di stampa che compariranno immediatamente sotto.

Ad esempio, da uno scaffale di esemplari sarà possibile stampare le etichette oppure il bollettino novità, da uno scaffale di utenti le tessere di iscrizione.

È possibile fare la stessa cosa anche partendo dalle pagine Stampa esemplari da inventario e Stampa etichette, selezionando uno scaffale di esemplari.

svuota scaffale

Permette di cancellare gli oggetti contenuti nello scaffale, solo come riferimento all'oggetto (es: esemplare, notizia) e non l'oggetto fisico stesso. Oltre a selezionare singolarmente gli oggetti, è possibile rimuovere riferimenti a oggetti sulla base del tipo (notizie, esemplari, utenti, ecc.), per data anteriore a (si intende la data di aggiunta allo scaffale), tenendo solo gli ultimi aggiunti specificando quanti (gli ultimi aggiunti si trovano in testa all'elenco).

trasforma in proposte d'acquisto

Su uno scaffale contenente oggetti di qualsiasi tipo (misto), permette di trasformare le notizie in proposte d'acquisto, mentre verranno cancellati dallo scaffale tutti gli altri oggetti (di tipo diverso).

In questo senso lo scaffale risultante da questa operazione conterrà esclusivamente proposte d'acquisto.

communication/lista_scaffali.txt · Ultima modifica: 20/06/2018 17:12 da camilla